Comune di Lanuvio 08-02-2013

Ordinanza n. 19 dell’08 febbraio 2013

Revoca ordinanza sindacale n. 13 del 01/02/2013 in merito all’emergenza arsenico interessante una porzione del territorio comunale.
Il Sindaco
Vista la nota dell’Azienda ASL Roma H pervenuta al protocollo n. 2954 del 01/02/2013, con la quale comunicava che dalle analisi chimiche su un campione di acqua destinato a consumo umano, prelevato in data 21/01/2013 presso un rubinetto del servizio igienico del Consultorio della ASL ROMA H Piazza Aldo Moro Lanuvio, si erano riscontrati valori relativi alla concentrazione di arsenico e fluoruri superiori ai limiti di legge delle acque destinate al consumo umano, ai sensi del D.l.vo 31 del 2001.
Visto che con la nota suddetta L'Azienda ASL ROMA H chiedeva ''…di voler disporre tramite l’adozione di apposita urgente ordinanza sindacale – per le utenze di Piazza Aldo Moro ed eventuali ulteriori utenze che il gestore ACEA ATO 2 dovra' indicare come interessate dalla stessa acqua – le limitazioni d'uso delle acque erogate, gli obblighi a carico del gestore in merito alla fornitura alle popolazioni interessate di un approvvigionamento idrico adeguato di acqua conforme ai sensi del D.lvo 31/01 e gli obblighi da parte del Comune, del Gestore e della ASL in merito alla informazione da fornire alla popolazione…''.
Vista la nota ACEA ATO2 del 01/02/2013 prot. 536/13, contenente il seguente elenco delle strade servite dall'impianto di potabilizzazione di via Madonna della Pace:
1. Viale Antonio Gramsci
2. Via Giacomo Volpi Lauro
3. Via Santa Maria della Pace
4. Via 8 Marzo
5. Via Ezio Tarantelli
6. Via Ornarella
7. Via Pietro Nenni e traverse
8. Via Aldo Moro
9. Via Pio la Torre
10. Via Vincenzo Fiandra
11. Piazza XXV Aprile
12. Via Pietro Auconi
13. Via Ascenzo Rossi
14. Via San Giovanni Bosco e traverse
15. Via Sandro Pertini
16. Via della Stazione
17. Via Epifanio Previtera
18. Via Marcello Servadio
19. Piazza della Maddalena
Vista l'Ordinanza Sindacale n. 13 del 01/02/2013 sul mancato rispetto dei parametri arsenico e fluoruri delle acque destinate al consumo umano, ai sensi del D. Lgs. 31/12/2012, con la quale sono state disposte limitazioni dell'uso dell'acqua erogata per l'area individuata dalle vie sopraindicate;
Vista la nota dell'Asl RM H, n. 13861 dell'08/02/2013, pervenuta al protocollo comunale in pari data – n. 3722, avente ad oggetto: ''Aggiornamenti sulla qualita' delle acque destinate al consumo umano distribuite nell'ambito del territorio del Comune di Lanuvio. Campioni del 4/2/2013 dal 1703 al 1708 e 1767, 1768'', con la quale comunica: ''…In data 04/02/2013 sono stati effettuati campionamenti di acqua destinata al consumo umano distribuita nel Comune di Lanuvio. I punti di prelievi sono stati scelti in particolare per il monitoraggio dei valori di parametro fissati dal D. Lgs. 31/01 per l'arsenico e per il fluoro. I rapporti di prova pervenuti a questo SIAN H2 confermano, in relazione ai risultati ottenuti dall’analisi dei campioni, la conformita' ai valori di parametro fissati dal D. Lgs. 31/01 e succ. modif.
Pertanto, ritenendo che siano venuti meno i presupposti, si chiede la revoca del provvedimento adottato con l'Ordinanza Sindacale n. 13 del 01/02/2013 per quanto attiene il servizio di distribuzione in rete dell'acqua destinata al consumo umano. Questo servizio continuera' a monitorare sia l'acqua distribuita tramite la rete dell'acquedotto che quella erogata da serbatoi e/o potabilizzatori mobili eventualmente installati nel territorio comunale….'';
Considerato, quindi, che su tutto il territorio comunale viene erogata attualmente acqua conforme ai parametri di potabilita' richiesti dal D. Lgs. 31/01;
Visto l'art. 54 del D. Lgs. 267/2000;
ORDINA
Per le motivazioni di cui in premessa e qui integralmente richiamate,
1) Di revocare integralmente la propria precedente Ordinanza n. 13 del 01/02/2013, in merito alla potabilita' dell'acqua erogata, dando atto che su tutto il territorio comunale viene erogata attualmente acqua conforme ai parametri di potabilita' richiesti dal D. Lgs. 31/01;
ORDINA ALTRESI'
•ad ACEA ATO 2 S.p.A., di fornire alla popolazione interessata informazione completa e trasparente in merito alla qualita' dell’acqua erogata;
•alla ASL RM H, di verificare la qualita' dell’acqua erogata dalla rete idrica e serbatoi mobili o potabilizzatori mobili, presenti sul territorio;
Il Sindaco
Dott. Luigi Galieti