Emergenza arsenico: ordinanza sindacale 147/2013 sulla potabilità dell'acqua

in

Premesso che con nota prot. Direz. S.I.A.N. n. 114836 del 16/12/2013 l'AZIENDA USL ROMA H ha comunicato la non conformità rispetto al parametro ARSENICO(12 microgrammi/litro) delle acque erogate presso la fontana pubblica nel comune di Lanuvio P.zza Mazzini;

 

Visto che con Ordinanza Sindacale n. 143 del 17/12/2013 Il SINDACO ha ordinato la chiusura immediata dell'erogazione di acqua della fontana pubblica di P.zza Mazzini e la verifica della qualità delle acque erogate su tutto il territorio comunale;

 

Visto che in data 18/12/2013 Il SINDACO, considerata l'incertezza della comunicazione della ASL RM/H S.I.A.N. H2 del 22.12.2013 relativamente alle aree interessate dal superamento del valore di arsenico presente nell'acqua potabile, ravvisata la necessità a titolo cautelare di non consentire l'utilizzo ad uso potabile dell'acqua erogata dall'acquedotto sul tutto il territorio comunale, ha emesso ulteriore ordinanza sindacale n. 146;

 

Considerato che in data 19/12/2013, ACEA ATO 2, con nota prot. 27409 comunicava le seguenti strade interessate dal superamento del parametro di Arsenico di cui al prelievo ASL RM/H S.I.A.N. H2 del 22.12.2013 c/o rubinetto fontana pubblica ubicato in Piazza Mazzini, Via Giacomo Matteotti, Via San Lorenzo e traverse, Via Marianna Dionigi, Via John Artthur Strutt, Piazza della Maddalena, Via sforza Cesarini, Via Giovanni XXIII, Via Bevedere Immacolata, Piazza Carlo Fontana, Via Roma, Piazza Giuseppe Mazzini, Via Ghandi, Piazza della Repubblica, Via Marcantonio Colonna e traverse.

 

Considerata la necessità di emettere nuova ordinanaza sindacale che interessi esclusivamente le aree comunicate dalla ACEA ATO2 e di 

revocare la precedente Ordinanza n. 146 del 18/12/2013;

Visto L'art. 50 del D.Lgs 267/2000;

 

Considerati i rischi igienici sanitari che potrebbero derivare dall’interruzione totale dell’approvvigionamento idrico nella territorio comunale;

 

IL SINDACO REVOCA

L'ORDINANZA SINDACALE N. 146 EMESSA IN DATA 18/12/2013

 

ORDINA

 

Entro il termine di quarantotto ore dalla notifica della presente

 

ad ACEA ATO 2 S.p.A. 

 

di effettuare tutte le opere necessarie a ripristinare l'erogazione di acqua conforme ai parametri di legge sulle seguenti porzioni di territorio comunale:

Via Giacomo Matteotti, Via San Lorenzo e traverse, Via Marianna Dionigi, Via John Artthur Strutt, Piazza della Maddalena, Via sforza Cesarini, Via Giovanni XXIII, Via Bevedere Immacolata, Piazza Carlo Fontana, Via Roma, Piazza Giuseppe Mazzini, Via Ghandi, Piazza della Repubblica, Via Marcantonio Colonna e traverse

 

di garantire immediatamente, all’efficacia della presente, la distribuzione di acqua adatta al consumo umano tramite serbatoi mobili o potabilizzatori mobili, sul territorio comunale interessato e la fornitura di acqua in bottiglia alle utenze scolastiche, alla R.S.A., al centro diurno disabili;

 

di garantire adeguata pubblicità della presente su tutto il territorio comunale.

 

alla ASL RM H.

 

di verificare la qualità dell’acqua erogata sulla porzione di territorio comunale interessata e di comunicare gli esiti di tale verifica all'amministrazione comunale;

 

ai CITTADINI RESIDENTI NELLE AREE INTERESSATE DALLA PRESENTE ORDINANZA E ALLE IMPRESE ALIMENTARI PRESENTI

 

di attenersi alle seguenti limitazioni dell’uso dell’acqua erogata:

 

Utilizzi consentiti

Tutte le operazioni di igiene domestica (lavaggio indumenti stoviglie ambienti) scarico wc e impianti riscaldamento. 

 

Divieto d’uso

Divieto d’uso potabile:

Divieto d’uso per cottura, reidratazione e ricostituzione di alimenti;

Divieto d’uso per preparazione di alimenti e bevande (escluso lavaggio frutta e verdura sotto flusso d’acqua e utilizzando acqua potabile per l’ultimo risciacquo);

Divieto d’uso per pratiche di igiene personale che comportino ingestione anche limitata di acqua (lavaggio denti e cavo orale); consentito uso dell’acqua per igiene personale (es. doccia) tranne nei casi di presenza di specifiche patologie cutanee (eczema, patologie cutanee a rischio anche di tipo evolutivo o degenerativo);

Divieto d’impiego da parte delle imprese alimentari*

* vedi nota informativa Tavolo Tecnico Regionale del 27/12/2012 

 

La mancata ottemperanza alle disposizioni della presente comporterà la violazione dell'art. 650 del Codice Penale .

 

Si dispone che copia della presente venga notificata:

a) ACEA ATO2 P.le Ostiense, 2 00154 Roma nella persona del legale rappresentante p.t.  Pec. adempimentisocietari.corporate@pec.aceaspa.it

b) ASL ROMA H Piazza Vescovile, 4 00041 Abano Laziale (RM) nella persona del legale rappresentante p.t. fax. 06/93275317

Pec. servizio.protocollo@pec.aslromah.it

c) ARPA LAZIO Sezione Provinciale di Roma Via Giuseppe Saredo, 52 00172 Roma nella persona del legale rappresentante p.t. fax. 06/72961808

Pec.direzione.centrale@arpalazio.legalmailpa.it

 

Si dispone inoltre che copia della presente venga inviata per quanto di competenza:

Alla Procura della Repubblica presso il tribunale di Velletri.

Al Comando di Polizia Locale.

Al Comando Stazione Carabinieri di Lanuvio.

Al Commissariato di Polizia di Stato di Genzano di Roma. 

19/12/2013
Dal: 
19/12/2013
Link correlati