Tassa Rifiuti e Servizi - TARES: Lettera ai cittadini

in

Cari cittadini, 
nel corso dell'anno 2012 è stato avviato il nuovo servizio di raccolta differenziata porta a porta, ampliato nel 2013 con  il conferimento della frazione umida.
Nonostante le difficoltà iniziali, non vi è stato un immediato aumento dell’importo della bolletta.
Dall’anno 2013 con il Decreto Legge 6 dicembre 2011, n. 201 convertito con Legge 22 dicembre 2011, n. 214, lo STATO ha stabilito l’istituzione del tributo comunale sui rifiuti e sui servizi (detto TARES) attraverso il quale sarà obbligatorio coprire la totalità dei costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti avviati allo smaltimento e dovrà essere rimodulata la metodologia di calcolo.
Il gettito resterà invariato, quindi non ci saranno entrate in più o in meno, ma a cambiare sarà il carico che peserà sulle singole categorie di utenti,  certamente l’effetto su alcune potrebbe essere molto forte e coinciderà con la difficile situazione economica che viviamo in questo momento. Nella formulazione delle tariffe si è cercato di perequare quanto più possibile l’onere, nonostante la norma statale non offra grandi possibilità di manovre correttive.
 
La normativa impone ai Comuni di puntare sulla differenziazione dei rifiuti pertanto ad oggi sarebbe impensabile e disastroso tornare al sistema tradizionale di raccolta o peggio ancora alla perdita di collaborazione da parte dei cittadini, perché in tale malaugurata ipotesi i costi sarebbero ancora più alti vista l’estrema difficoltà delle discariche a ricevere i rifiuti indifferenziati, motivo che provoca vertiginosi aumenti dei costi di conferimento.
 
L'abbattimento dei costi della tassa rifiuti per il futuro deve essere legato:
1) alla riduzione del conferimento dei rifiuti indifferenziati in discarica, in quanto si nota attualmente poca attenzione dei cittadini a differenziare, con la conseguenza di constatare, ancora oggi, un elevato quantitativo di rifiuti conferiti in discarica;
2) al miglioramento della qualità dei rifiuti differenziati (carta, plastica, vetro, umido) onde evitare incrementi di costi per la loro non conformità;
3) ai miglioramenti da apportare alla gestione del servizio, ottenibile con lo sforzo congiunto dell’Amministrazione e di tutti i cittadini;
 
Da ultimo si rammenta l’imminente attivazione di una campagna di controllo e verifica da parte dell’Amministrazione Comunale per sanzionare comportamenti scorretti ed incivili di alcuni cittadini che vanificano il risultato della raccolta differenziata.
 
IL SINDACO - Dr. GALIETI LUIGI 
 

24/06/2013
Link correlati