Oneri Concessori: convocazione dei tecnici addetti ai lavori

in

Da una accurata  verifica sulle procedure adottate per l’istruttoria delle pratiche di Condono Edilizio, sono emersi alcuni errori di interpretazione  normativa sulla delibera adottata per il calcolo degli oneri concessori (D.C.C. n. 20 del 02/06/1997).
In particolare, la legge nazionale e regionale prevede che gli oneri di urbanizzazione debbano essere calcolati in base al volume e ai coefficienti parametrici adottati dalle singole regioni. La delibera succitata, fornisce una interpretazione difforme rispetto alla normativa vigente nelle modalità di calcolo degli oneri di Urbanizzazione . Tale interpretazione, peraltro difforme anche da quella adottata da questo Comune sull’edilizia ordinaria, applica il calcolo degli oneri di Urbanizzazione in base ai MQ  piuttosto che ai MC.
A  tale proposito ricordiamo che il fondamento giuridico degli Oneri Concessori, ovvero la L. 10/77 meglio nota come Legge Bucalossi, all’art. 5 demanda alle Regioni le modalità di determinazione degli Oneri concessori e la conseguente Legge Regionale 1977 N° 35 che all’art. 19 stabiliscono per l’appunto che il volume rappresenta la base per le modalità di calcolo.
 
Questa Amministrazione, al fine di allineare le procedure alle leggi nazionali e regionali (legge del 28/01/1977 n. 10 e successive modifiche e legge Regione Lazio del 18/06/1980 n. 71), con Delibera n° 28  del 14 ottobre 2013,  ha ristabilito come procedura di calcolo per gli oneri concessori quanto già previsto da: delibera di Consiglio n. 279 del 16/09/1980, per quanto attiene le sanatorie presentate ai sensi della legge 28/02/1985 n. 47; delibera di Consiglio n. 422 del 22/09/1994 per quanto attiene le sanatorie presentate ai sensi della legge 23/12/1994 n. 724.
Per quanto concerne l’applicazione della legge 326/03, la procedura rimane invariata.
 
Dopo una lunga ed attenta fase di studio l’Amministrazione Comunale ha avviato la lavorazione delle 1377 pratiche di condono (Legge 47/84, Legge 724/94, Legge 326/03) ferme da tempo nei nostri uffici.
Tale impegno ha già sortito effetti positivi tra gli addetti ai lavori e ne produrrà ancora di più per la collettività.
Al termine di tale lavoro saremo in grado di quantificare definitivamente quali sono le condizioni del nostro territorio, di programmare e attuare gli strumenti urbanistici per il risanamento di alcune aree, di rinvestire sul territorio i proventi delle sanatorie per le manutenzioni, il decoro urbano e le opere pubbliche.
 
Al fine di avviare una maggiore e fattiva collaborazione con i tecnici che quotidianamente operano alla lavorazione delle suddette pratiche, l’Amministrazione Comunale ritiene opportuno approfondire quanto deliberato e lavorato finora in una riunione riservata agli addetti ai lavori nella quale saranno presenti gli Assessori competenti, il Responsabile dell’Ufficio Urbanistica e Edilizia Privata e la SSDI.
 
L’appuntamento è per Martedì 10 Dicembre ore 17 presso l’Aula Consiliare del Comune di Lanuvio.
 
L’Assessore all’Urbanistica e Edilizia Privata - Andrea Volpi

03/12/2013
Dal: 
10/12/2013