Richiesta di finanziamento alla regione Lazio per interventi sociali

in

Ai sensi della Deliberazione della Giunta Regionale n. 202/2011 “Piano di utilizzazione annuale 2011 degli stanziamenti per il sistema integrato regionale di interventi e servizi sociali”, il Comune di Lanuvio, Ufficio Servizi Sociali, ha predisposto un progetto da inoltrare alla Regione Lazio- Assessorato alle Politiche Sociali e Famiglia, per ottenere un finanziamento per l’anno 2011.

L’importo complessivo del finanziamento ammonta a € 168.846,55 di cui:
€ 46.000,00  quale contributo per la qualificazione dell’attività dei Centri Sociali Anziani;
€ 7.200,00 quale contributo per l’abbassamento della compartecipazione dell’utente alla spesa relativa al pagamento della retta per case di riposo per anziani;
€ 6.000,00 quale contributo per l’inserimento lavorativo finalizzato alla risocializzazione dei detenuti e degli ex detenuti;
€ 51.052,55 quale contributo per interventi sociali, quali l’inserimento in strutture residenziali di soggetti minori, di persone con handicap grave ovvero di persone non autosufficienti”;
€58.594,00 quale contributo per interventi di sostegno nei confronti di famiglie in grave situazione di bisogno.

 

Tra gli interventi per la qualificazione dei centri anziani comunali, sono previsti progetti per il miglioramento dell’autosufficienza ed il recupero psicofisico della persona anziana; l’apprendimento dell’utilizzo delle tecnologie informatiche; corsi informativi sulle problematiche sanitarie e sociali connesse con la terza età.

In materia di Risocializzazione detenuti ed ex detenuti si prevede l’erogazione di un contributo economico in relazione ad una prestazione di servizio nell’ambito delle attività comunali (manutenzione strade ed edifici pubblici, biblioteca comunale, polizia locale) al fine di apprendere competenze sociali e professionali sotto la guida del personale dipendente del Comune.

 

Nell’ambito del Progetto di rilevanti Interventi Sociali sono previsti  l’inserimento in strutture residenziali di soggetti minori, di persone con grave handicap ovvero di persone non autosufficienti.
Senza tralasciare il sostegno alle famiglie in difficoltà anche attraverso l’erogazione di contributi economici e l’inserimento in borse lavoro.
Interventi di assistenza economica a tutela delle fasce deboli della popolazione, al fine di poter fruire di servizi indispensabili (educativi, formativi , di cura).

 

Tutti questi servizi alla popolazione pesano esclusivamente sul bilancio comunale, e purtroppo nell’ultimo anno le domande di intervento si sono raddoppiate senza poter interrompere gli interventi attivati in precedenza. Pertanto  si è  nella impossibilità di dare accoglienza ad ogni richiesta e a ridurre gli importi dei contributi e delle borse lavoro.

Per questo motivo il Sindaco Leoni si farà portavoce delle disperate esigenze e presenterà personalmente in Regione la richiesta di contributo.

23/06/2011