L' Amministrazione comunale

il Palazzo Municipale in Via Roma

                                           Comune di Lanuvio
                                  Via Roma, 20 - 00075 Lanuvio (Roma)
                                  P.IVA 01117281004 C.F. 02784710580
             Centralino: 06937891 Fax: 0693789229 e-mail: affarigenerali@comune.lanuvio.rm.it

 

Conferimento della Medaglia d'argento al Merito Civile

Il Comune di Lanuvio, Ente locale autonomo secondo i principi della Costituzione, rappresenta la propria comunità, ne promuove lo sviluppo e ne realizza l’autogoverno esercitando tutte le funzioni proprie, trasferite o delegate consentite dall’Ordinamento.

Lanuvio, erede dell’antica Lanuvium, sorta sui Colli Lanuvini, nel comprensorio dei Colli Albani, vanta origini anteriori a quelle di Roma. Denominata Civita Lavinia nel medioevo e riacquistato il suo nome originario nel 1914, è parte integrante e significativa del territorio dei “Castelli Romani” per storia, cultura, tradizioni e bellezze naturali.

Il territorio del Comune si estende per Kmq. 43,9 e confina con i Comuni di Ariccia, Genzano di Roma, Velletri ed Aprilia; esso comprende, oltre al Capoluogo, la frazione di Campoleone e gli agglomerati urbani di Bellavista, Colle Cavaliere, Farnete, Malcavallo, Monte Giove, Piano Marano, Stragonello.

La sede comunale è nel Palazzo Municipale, ubicato nel Capoluogo.

Il Comune svolge la propria azione politico-amministrativa mediante la realizzazione di programmi specifici finalizzati al progresso civile, sociale ed economico della propria Comunità e nel rispetto dei seguenti obiettivi prioritari:
a) difesa del valore della pace, diritto supremo delle persone e dei popoli;
b) difesa della sicurezza urbana, condizione essenziale per lo sviluppo e per il progresso della comunità;
c) solidarietà verso i più deboli, nel quadro di un sistema integrato di sicurezza sociale a tutela della persona umana anche mediante le attività di volontariato;
d) formazione, informazione e comunicazione, per consentire la massima partecipazione dei cittadini e delle formazioni sociali, economiche, sindacali, religiose e politiche alla vita ed alle scelte dell’amministrazione;
e) concorso, in qualsiasi forma possibile, alla definizione dei piani e dei programmi dello Stato, della Regione e degli altri soggetti preposti, pubblici e privati;
f) sostegno dell’iniziativa economica anche attraverso forme di associazionismo e di cooperazione;
g) pianificazione territoriale nel rispetto dell'ambiente e valorizzazione delle risorse naturali, ambientali, storiche, culturali, turistiche e archeologiche;
h) promozione di attività sportive e ricreative.

Lanuvio, unita a Centuripe da vincoli di amicizia e di parentela da tempi immemorabili, riconosce nell’istituto del gemellaggio uno strumento valido per stabilire i migliori rapporti anche con altre cittadine italiane o di altre parti del mondo al fine di perseguire il concreto sviluppo delle relazioni fra le persone ed i popoli.
A riconoscimento dello spirito di perenni legami con Centuripe, è conferita la cittadinanza onoraria di Lanuvio a tutti i sindaci della città amica, a partire dal 1975, anno nel quale è stato solennemente rinnovato il gemellaggio più antico che si conosca fra comunità cittadine.